Consigli di classe, Consigli di interclasse e Consiglio di intersezione

Competenze

Spetta al Consiglio di classe, con la sola presenza dei docenti:

  • nominare il coordinatore di classe;
  • realizzare il coordinamento didattico e dei rapporti interdisciplinari;
  • verificare i livelli di partenza;
  • definire gli obiettivi didattici trasversali cognitivi, affettivi, psico-motori;
  • definire la modalità di lavoro, le attività di recupero e sostegno;
  • deliberare gli eventuali interventi di carattere disciplinare;
  • effettuare la valutazione periodica e finale degli alunni;
  • impostare e mantenere i rapporti con le famiglie;
  • decidere le attività integrative, complementari e interdisciplinari;
  • valutare e esprimere parere su domande di trasferimento da altri Istituti;

Spetta al Consiglio nella sua completezza:

  • formulare al Collegio docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad attività di sperimentazione;
  • esprimere un parere in ordine alle iniziative di sperimentazione che interessano la classe;
  • agevolare i rapporti reciproci fra docenti, genitori e alunni;
  • formulare pareri al Collegio in ordine alla scelta dei sussidi didattici;
  • formulare proposte su attività educativo-didattiche;
  • valutare e approvare iniziative riservate agli alunni.

Composizione

È presieduto dal rappresentante legale della Scuola (Ente gestore) che può delegare al Preside o, in alternativa, a un altro membro della Congregazione o a un docente del Consiglio (coordinatore di classe). È composto dal Preside, in quanto coordinatore didattico della scuola, dai docenti della classe, da due rappresentanti dei genitori, da due rappresentanti degli alunni. Il presidente del Consiglio attribuisce le funzioni di segretario a un docente del Consiglio stesso. Dura in carica un anno.

Per la scuola secondaria di primo grado, il Consiglio di classe, che svolge le stesse funzioni del Consiglio di classe del Liceo, è presieduto dal rappresentante legale della Scuola (Ente gestore) che può delegare al Preside o, in alternativa, a un altro membro della Congregazione o a un docente del Consiglio (coordinatore di classe). È composto dal Preside, in quanto coordinatore didattico della scuola, dai docenti della classe, da due rappresentanti dei genitori e dura in carica un anno.

Per la scuola primaria, il Consiglio di interclasse, che svolge le stesse funzioni del Consiglio di classe, è presieduto dal rappresentante legale della Scuola (Ente gestore) che può delegare al Preside o, in alternativa, a un altro membro della Congregazione o a un docente. È composto dal Preside, in quanto coordinatore didattico della scuola, dai docenti delle cinque classi, da un rappresentante dei genitori per classe (più riserva) e dura in carica un anno.

Per la scuola dell’infanzia, il Consiglio di intersezione, che svolge le stesse funzioni del Consiglio di classe, è presieduto dal rappresentante legale della Scuola (Ente gestore) che può delegare al Preside o, in alternativa, a un altro membro della Congregazione o a un docente. È composto dal Preside, in quanto coordinatore didattico della scuola, dai docenti delle quattro sezioni, da un rappresentante dei genitori per classe e dura in carica un anno.

Convocazione

Tutti i Consigli si insediano all’inizio dell’anno e sono convocati dal Legale rappresentante della scuola o dal Preside delegato ogni volta che ne ravvisi la necessità oppure quando la maggioranza dei suoi componenti ne faccia richiesta. Il Consiglio di classe del Liceo e della Scuola secondaria di primo grado si riuniscono:

  • con la sola componente docente, in sede di valutazione nei tempi stabiliti, per analizzare la situazione della classe e dei singoli e per definire collegialmente la valutazione stessa prima di procedere alla trascrizione dei voti;
  • nella sua completezza, entro il mese di ottobre, per definire la programmazione didattica, e, indicativamente con cadenza mensile, per verificarne l’andamento.