Progettazione educativa e didattica

Confine Impertinente (La magia degli orizzonti)

Il fine, lo scopo, di questo progetto è quello di sostenere la crescita dell’identità personale dei bambini, il loro senso di appartenenza ad un luogo e ad una comunità; favorire lo sviluppo di competenze ed abilità attraverso l’esperienza e la scoperta.

Il corpo è il mezzo che conduce all’esperienza, è l’elemento primario della conoscenza e della elaborazione della realtà, esso non è mai divisibile dal nostro essere nel mondo. Diamo dunque nella nostra scuola spazio al corpo e all’esperienza diretta della realtà e della corporeità che non è mai soltanto soggettiva, ma sempre collegata alla relazione con l’altro, ai segni, ai simboli, ai codici della realtà che permettono di conoscersi e di raccontarsi.

“Il confine come condizione dell’esperienza collettiva, non può che alludere continuamente ai suoi limiti e alla necessità di superarli”