Ecco le riflessioni positive dei ragazzi sul Progetto di Autodifesa..!

“Nelle ultime lezioni di motoria abbiamo fatto un corso di autodifesa tenuto dal Maestro Andrea Bisaschi, un uomo alto, simpatico e gentile. Durante il primo incontro abbiamo discusso molto, riflettendo sul fatto che esistono degli amplificatori naturali di pericolo come il buio o il trovarsi in un luogo isolato”.

“Successivamente abbiamo svolto diversi giochi. Uno tra questi era finalizzato al mantenimento delle distanze da un eventuale aggressore: il presunto aggressore aveva il compito di toglierti una molletta attaccata alla maglia”.

“Un altro gioco, che ci ha insegnato ad affrontare le nostre paure, prevedeva che corressimo ad occhi chiusi verso il Maestro cercando di non fermarci o che rallentassimo prima di sbattere contro di lui. Il terzo gioco ci ha insegnato come difenderci da un’aggressione: dovevamo cercare di schienare in nostro avversario sul materasso, cercando di mantenere l’equilibrio durante i suoi attacchi e cercando di farlo perdere a lui”.

“Quest’esperienza ci è piaciuta molto anche se avremmo preferito che durasse di più..!!”. 

Samuele e la classe 1^ media